Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Menu di navigazione della sottosezione

A A A icona accessibilità Access Key icona mappa del sito Mappa del sito icona aiuto Aiuto
 
Menu di navigazione
Sei in: Il Cittadino » Avere una famiglia » Nascita » Iscrizione del nato in Italia

Menu di navigazione della sottosezione


Nascita

Contenuto della pagina


Avere una famiglia

ISCRIZIONE DEL NATO IN ITALIA


Informazioni

La dichiarazione di nascita è resa da uno dei genitori (se sono coniugati), da entrambi (se non sono coniugati), da un procuratore speciale, ovvero dal medico o dall'ostetrica o da altra persona che ha assistito al parto, rispettando l'eventuale volontà della madre a non essere nominata. Il figlio naturale può essere riconosciuto dai propri genitori, anche se uniti in matrimonio con altra persona. I genitori naturali di età inferiore a 16 anni, non possono riconoscere il bambino.

La dichiarazione di nascita può essere resa:

  • entro 10 giorni dalla nascita presso l'Ufficio di Stato Civile del Comune nel cui territorio è avvenuto il parto o presso quello del Comune di Residenza dei genitori;
  • entro 3 giorni dalla nascita presso la Direzione Sanitaria dell'Ospedale o della Casa di Cura in cui è avvenuto l'evento: in questo caso l'atto di dichiarazione di nascita è trasmesso dal Direttore Sanitario  al Comune di residenza dei genitori.

IMPORTANTE: Se la dichiarazione di nascita, non è resa entro i 10 giorni utili, l'Ufficiale di Stato Civile può riceverla con l'indicazione delle motivazioni che hanno causato il ritardo.

Documentazione da presentare:

  • attestazione di nascita rilasciata dall'Ostetrica o dal Medico che ha assistito al parto ;
  • Documento di identità valido;
  • per i genitori stranieri occorre esibire il passaporto o documento equipollente;

I genitori di bambini stranieri sono invitati a rendere la dichiarazione di nascita presso l'Ufficio di Stato Civile al fine di ottenere la certificazione per l'eventuale iscrizione nel loro permesso di soggiorno; copia integrale dell'Atto di Nascita da inoltrare alle competenti Autorità. I genitori, nel caso abbiano cittadinanze diverse, devono dichiarare la cittadinanza da attribuire al bambino; nel caso di dubbio devono necessariamente presentarre un'attestazione di cittadinanza rilasciata dalla loro Autorità in Italia (Ambasciata/Consolato).

 Con Sentenza n. 286 del 21/12/2016 la Corte Costituzionale ha reso efficace l'attribuzione del doppio cognome al nascituro (paterno e materno) con dichiarazione in accordo congiunto da parte di entrambi i genitori coniugati e non coniugati, al momento della dichiarazione di nascita.

Modulistica

***

Normativa/e di riferimento

NORMATIVA DI RIFERIMENTO:

Contatti interni

  • Ufficio di Stato Civile

Contatti ad enti/uffici esterni

***

Link utili

Pubblicata da: Lucia Sani | Pagina modificata: 26.01.2017 16:59 | Pagina creata: 25.01.2008 14:56








� 2008 Comune di Grosseto | credits | Garante della Comunicazione Urbanistica | W3C quality assurance: Valid XHTML 1.0 Strict    CSS Valido!