Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Menu di navigazione della sottosezione

A A A icona accessibilità Access Key icona mappa del sito Mappa del sito icona aiuto Aiuto
 
Menu di navigazione
Sei in: Il Cittadino » Avere una famiglia » Matrimonio » Matrimoni concordatari e altri culti ammessi

Menu di navigazione della sottosezione


Matrimonio

Contenuto della pagina


Avere una famiglia

MATRIMONI CONCORDATARI E ALTRI CULTI AMMESSI


Informazioni

 MATRIMONI  CONCORDATARI E ALTRI CULTI AMMESSI

  • Il matrimonio religioso concordatario o acattolico  può essere celebrato dal Parroco o dal Ministro di Culto dopo il rilascio da parte dell’Ufficiale di stato civile  del certificato di avvenute pubblicazioni (nel caso di matrimonio cattolico) o dell’autorizzazione per la celebrazione del matrimonio al Ministro di Culto (nel caso di matrimonio acattolico);
  • I nubendi che intendono contrarre matrimonio concordatario devono adempiere alle formalità che regolano  i rapporti tra lo Stato Italiano e la Santa Sede, rivolgendosi al Parroco che ha la giurisdizione sul territorio in cui risiede almeno uno dei nubendi.
  • Il Parroco predispone la richiesta di pubblicazione da farsi nella Casa Comunale.
  • Si eseguono le pubblicazioni, pubblicato tale atto decorsi i termini di legge l’Ufficiale di stato civile rilascia il certificato di eseguite pubblicazioni da inoltrare a cura dei nubendi al Parroco richiedente il quale concorderà la data della celebrazione con i Medesimi.
  • Il Parroco inoltrerà la richiesta di trascrizione dell’atto, nel termine di 5 giorni dalla celebrazione all’Ufficiale di stato civile del Comune di Grosseto il quale provvederà alla sua trascrizione nel relativo registro: il matrimonio produce gli effetti civili nello Stato Italiano.
  • La celebrazione  dei matrimoni davanti ai  Ministri dei vari Culti è regolata da specifiche intese con lo Stato Italiano.
  • Il Ministro di Culto provvede a richiedere all’Ufficiale di stato civile l’autorizzazione alla celebrazione, che la rilascia in doppia copia ai nubendi, dopo aver eseguito le pubblicazioni.
  • Successivamente tale autorizzazione dovrà essere inoltrata, a cura del Ministro di Culto, insieme all’atto di matrimonio da trascrivere all’Ufficiale di Stato Civile entro 5 giorni dall’avvenuta celebrazione del matrimonio. 
  • In base alla vigente normativa l’Ufficiale di stato civile provvede in alcuni casi,  prima delle pubblicazioni a leggere ai nubendi gli artt. 143-144 e 147 del codice civile, ciò verrà dichiarato nella delega rilasciata per il suo inoltro al Ministro di Culto.

Modulistica

***

Normativa/e di riferimento

Contatti interni

  • Ufficio di Stato Civile

Via A.Saffi 17 in Grosseto

Telefoni: 0564 488 721 - 726 - 569 - 731 - 767

Fax: 0564 488 732

Email: ufficio.statocivile[at]comune.grosseto.it

    Orario: dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8,30 alle ore 13,00

    Martedì e Giovedì dalle 15 alle 17

    Contatti ad enti/uffici esterni

    ***

    Link utili

    Pubblicata da: S.E.D. | Pagina modificata: 03.09.2014 16:57 | Pagina creata: 06.02.2008 09:11








    � 2008 Comune di Grosseto | credits | Garante della Comunicazione Urbanistica | W3C quality assurance: Valid XHTML 1.0 Strict    CSS Valido!