Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Menu di navigazione della sottosezione

A A A icona accessibilità Access Key icona mappa del sito Mappa del sito icona aiuto Aiuto
 
Menu di navigazione
Sei in: Il Comune » Gli Uffici del Comune » Entrate Patrimonio e Servizi al cittadino ed alle imprese » Servizio Entrate » Tributi » Come si calcola l' I.C.I.

Menu di navigazione della sottosezione


Entrate Patrimonio e Servizi al cittadino ed alle imprese

Contenuto della pagina


Servizio Entrate

Come si calcola l' I.C.I.


Guida al Contribuente

Come si calcola
L'imposta si calcola applicando l'aliquota deliberata dal comune, dove è situato l' immobile, al valore dell'immobile così determinato :
  • per i fabbricati iscritti in catasto o che devono essere iscritti in catasto, moltiplicare la rendita catastale (rivalutata del 5%);
    per 100 per i fabbricati di categoria A, B e C esclusi gli immobili A10 (uffici e studi privati) e C/1 (negozi e botteghe);
    per 50 per i fabbricati di categoria D e per l' A10;
    per 34 per i fabbricati di categoria C1.
  • per i terreni agricoli, il reddito dominicale (rivalutato del 25%) va moltiplicato per 75;
  • per le aree fabbricabili il valore è invece costituito dal valore venale in comune commercio alla data del 1° gennaio dell'anno di imposizione.
    L'imposta determinata come sopra va poi rapportata alla percentuale ed al periodo di possesso calcolato in mesi
    N.B. A decorrere dall'anno 1997 le rendite catastali vanno aumentate del 5% e i redditi dominicali dei terreni del 25% anche se si tratta di rendita attribuita successivamente all' anno 1997.

    Secondo le delibere G.C. 588 e 589 del 28/12/2006 dall'anno 2007 sono previste le seguenti aliquote:
  • Agevolata 4 per mille per le unità immobiliari locate mediante contratti stipulati ai sensi dell'art. 2 commi 2-6 del D.L. 240/04 convertito in L. 269/04;
  • Agevolata 5 per mille per le unità immobiliari locate mediante contratti di tipo concordato stipulati ai sensi dell'art. 2 comma 3 della L. 431/98<
  • Ridotta 6 per mille per le unità immobiliari destinate ad abitazione principale, e per le unità immobiliari concesse in comodato gratuito ai parenti (ascendenti e discendenti di primo grado) che vi abbiano la residenza anagrafica al 01/01/2007, e vi abbiano stabilita la propria dimora<
  • Maggiorata 9 per mille per le unità immobiliari non locate per le quali non risultino essere stati registrati contratti di locazione da almeno 2 anni. Sono ricomprese nella presente fattispecie le unità immobiliari ad uso abitativo tenute a disposizione e quelle oggetto di locazioni saltuarie di breve durata (complessivamente inferiore a sei mesi nel corso dell'anno);
  • Ordinarie 7 per mille per tutte le altre unità immobiliari compresi terreni agricoli ed aree fabbricabili.

Vi sono anche due tipi di detrazioni possibili:
  • Detrazione abitazione principale. Dall'imposta dovuta per l'unità immobiliare adibita direttamente ad abitazione principale si detraggono fino alla concorrenza del suo ammontare Euro 150 rapportate al periodo dell'anno durante il quale si protrae tale destinazione.Nel caso di più contitolari la detrazione spetta, esclusivamente, a coloro che risiedono nell'immobile.
  • Detrazione abitazione principale per pensionati ultrasettantenni. Dall'imposta dovuta per l'unità immobiliare adibita direttamente ad abitazione principale per pensionati ultrasettantenni con adeguamento al minimo INPS (art.38 L.448/01) si detraggono fino alla concorrenza del suo ammontare Euro 250 rapportate al periodo dell'anno durante il quale si protrae tale destinazione. Nel caso di più contitolari la detrazione spetta, esclusivamente, a coloro che risiedono nell'immobile.

Calcola la tua Imposta


Attenzione! Nel caso si debbano applicare aliquote diverse per lo stesso anno si consiglia di fare i calcoli separatamente in base ai mesi di applicazione delle aliquote.

Rendita catastale:

Euro (inserire la rendita catastale in euro al netto della rivalutazione)

Categoria Catastale:

Mesi di possesso:

Inizio: Fine:

Percentuale di Possesso:

%

N° di contitolari che dimorano nell'immobile:

(escluso il dichiarante)
aliquota agevolata nella misura del 5 per mille
aliquota ridotta nella misura del 6 per mille
aliquota maggiorata nella misura del 9 per mille
aliquota ordinaria nella misura del 7 per mille
nessuna detrazione
detrazione abitazione principale Euro 150
detrazione per pensionati Euro 250

Rendita Catastale

(Rivalutata del 5% come previsto dalla legge)

Detrazione d'Imposta

IMPOSTA ANNUALE

PRIMA RATA

SECONDA RATA


L'imposta complessiva va pagata dividendola in due rate secondo le vigenti modalità di pagamento.

Guida al contribuente

Autore: S.E.D. | Pagina modificata: 17.06.2008 16:00 | Pagina creata: 09.01.2008 11:52








� 2008 Comune di Grosseto | credits | Garante della Comunicazione Urbanistica | W3C quality assurance: Valid XHTML 1.0 Strict    CSS Valido!