Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Menu di navigazione della sottosezione

A A A icona accessibilità Access Key icona mappa del sito Mappa del sito icona aiuto Aiuto
 
Menu di navigazione
Sei in: Il Comune » Gli Uffici del Comune » Entrate Patrimonio e Servizi al cittadino ed alle imprese » Servizio Entrate » Tributi » Modifica art.11 del Regolamento T.A.R.S.U. del 31/03/2008

Menu di navigazione della sottosezione


Entrate Patrimonio e Servizi al cittadino ed alle imprese

Contenuto della pagina


Servizio Entrate

Modifica art.11 del Regolamento T.A.R.S.U. del 31/03/2008


Deliberazione n.27 del 31/03/2008
IL CONSIGLIO

PREMESSO

  • CHE con deliberazione del Consiglio Comunale n. 67 del 30/06/1994 venne approvato il Regolamento per l'applicazione della Tassa per la Raccolta e Smaltimento Rifiuti Solidi Urbani previsto all'art. 68 del Decreto Legislativo 15/11/1993 n. 507;
  • CHE l'art. 11 del richiamato Regolamento disciplina i casi per i quali sono previste le riduzioni della tassa, di cui all'art. 66 del D. Lgv. 507/93;
  • CHE le situazioni e le condizioni specifiche oggetto di riduzione sono state interessate, nel corso degli anni, da ripetuti interventi deliberativi di volta in volta occorsi per l'introduzione di elementi innovativi e/o modificativi resi necessari ed opportuni per allineare le normative alla evoluzione del contesto di riferimento. Il tutto in un costante fisiologico rapporto osmotico con il contesto socio-economico e l'evoluzione normativa;

RILEVATO che l'ulteriore evoluzione del contesto inerente le categorie di cittadini diversamente abili rende opportuna una appropriata ridefinizione dei requisiti prodromici al riconoscimento della riduzione tariffaria prevista al 3° comma lettera g) del vigente testo regolamentario;
ATTESO che il riferimento normativo (art. 38 Legge 28/12/2001 n. 448) a suo tempo introdotto per l'individuazione di una specifica categoria di utenti economicamente svantaggiati risulta, di fatto, superato dalle modifiche apportate dal Legislatore con successive leggi finanziarie;
RITENUTO di mantenere le riduzioni nei confronti delle categorie di cittadini che versano in particolari condizioni di disagio socio ? economico attraverso un adeguato aggiornamento delle normative di riferimento;
VALUTATE le richieste avanzate dalle Organizzazioni Sindacali (CGIL, CISL,UIL) in occasione degli incontri per la discussione sulle linee di bilancio previsionale 2008;
TENUTO CONTO delle intese con le Organizzazioni Sindacali, riassunte nel protocollo condiviso in data 25/02/08, finalizzate al rafforzamento dello stato sociale mediante un impegno specifico dell'Amministrazione volto a lenire il disagio economico di talune categorie di cittadini che versano in particolari difficoltà con specifica attenzione ai pensionati ultra settantenni con redditi ISEE inferiori a 8000 €
RITENUTO opportuno procedere ad una completa riscrittura dell'intero art. 11 del Regolamento Nettezza Urbana anche allo scopo di "ripulire" lo stesso dalla stratificazione dei precedenti interventi modificativi e/o abrogativi sedimentati nel corso di precedenti modifiche;
VISTO lo Statuto Comunale;
VISTO il Regolamento Comunale per l'applicazione dell'imposta Comunale sugli Immobili (I.C.I.);
VISTO il parere della Commissione Consiliare competente nella seduta del 27/02/2008

DELIBERA

  1. di abrogare l'art. 11 del vigente Regolamento di Nettezza Urbana;
  2. di approvare il nuovo testo integrale dell'art. 11 del Regolamento Nettezza urbana come di seguito:
  3. ART. 11: RIDUZIONI
    La tariffa ordinaria viene ridotta nelle seguenti misure:

    1. per abitazioni con unico occupante: del 30%
    2. per agricoltori che occupano la parte abitativa della costruzione rurale: del 30%;
    3. per i locali non adibiti ad abitazione ed aree scoperte, nell'ipotesi di uso stagionale per un periodo non superiore a sei mesi dell'anno: del 30%;
    4. per abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale od altro uso limitato e discontinuo a condizione che tale destinazione sia specificata nella denuncia originaria o di variazione indicando l'abitazione di residenza e l'abitazione principale e dichiarando espressamente di non voler cedere l'alloggio in locazione o in comodato, salvo accertamento da parte del comune: del 30%;
    5. per utenti che, versando nelle circostanze di cui alla lettera d) risiedono o abbiano dimora, per più di sei mesi all'anno, in località fuori del territorio nazionale: del 30%;
    6. per attività produttive, commerciali e di servizi per le quali gli utenti dimostrano di rientrare nelle condizioni previste dall'art. 67 punto 2) del D. L. 507/93: minimo del 30% massimo del 50%;
    7. la tariffa ordinaria viene ridotta del 50% in favore di nuclei familiari con soggetti portatori di handicap ex legge 104/92 in condizioni di gravità riconosciuta dalla Commissione medica di cui all'art. 14 lex 104/92;
    8. la tariffa ordinaria è ridotta del 40% per le abitazioni (con esclusione di quelle catastalmente classificate nelle categorie A/1 - A8 e A/9), la cui utenza è intestata a pensionati ultra-settantenni il cui nucleo familiare, inteso come da risultanze anagrafiche, presenti un Indicatore della Situazione Economica Equivalente (certificazione ISEE) non superiore a € 8.000,00 (ottomila), se composto da unico componente, ed ulteriori € 2.000,00 (duemila) per ogni componente oltre il primo; con riferimento all'anno precedente il tributo;
    Le riduzioni di cui al presente articolo, saranno concesse a domanda degli interessati, debitamente documentate e previo accertamento dell'effettiva sussistenza di tutte le condizioni suddette. La misura della riduzione di cui al punto f) è stabilita dalla Giunta Comunale su proposta della Direzione del Servizio Ambiente, di concerto con il Funzionario responsabile del Servizio di cui all'art. 74 del D. L. 507/93.

  4. di stabilire che per usufruire della riduzione di cui al 1° comma lettera h) dell'art. 11 del Regolamento, gli interessati dovranno far pervenire la certificazione ISEE allo Ufficio Tributi;
  5. di incaricare l' Unità Organizzativa Tributi di trasmettere all'Ufficio del federalismo fiscale (presso il Ministero delle Finanze) la presente deliberazione per la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, ai sensi dell'art. 1 comma 1, lett. s) D. Lgs. 506/99;

torna
Autore: Elisa Ginanneschi | Pagina modificata: 02.04.2008 10:48 | Pagina creata: 09.01.2008 13:14








� 2008 Comune di Grosseto | credits | Garante della Comunicazione Urbanistica | W3C quality assurance: Valid XHTML 1.0 Strict    CSS Valido!