Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Menu di navigazione della sottosezione

A A A icona accessibilità Access Key icona mappa del sito Mappa del sito icona aiuto Aiuto
 
Menu di navigazione
Sei in: Il Comune » Gli Uffici del Comune » Entrate Patrimonio e Servizi al cittadino ed alle imprese » Servizio Entrate » Tributi » Modifica art.9 del Regolamento T.A.R.S.U.

Menu di navigazione della sottosezione


Entrate Patrimonio e Servizi al cittadino ed alle imprese

Contenuto della pagina


Servizio Entrate

Modifica art.9 del Regolamento T.A.R.S.U.


Deliberazione n.14 adottata nella seduta del 10/03/1998

IL CONSIGLIO

VISTE le deliberazioni C.C. n.67 del 30/06/1994 e n.14 del 28/02/1996 con le quali è stato approvato il Regolamento per l'applicazione della tassa per lo smaltimento rifiuti solidi ed urbani;

CONSIDERATO che le numerose modifiche intervenute al D.Lgs.507 del 15/11/1993 inducono l'Amministrazione ad adeguare il Regolamento Comunale alle nuove normative;

VISTI gli artt.68 e 65 del D.Lgs.507, per i quali la tassa deve essere commisurata alla qualità e quantità media ordinaria per unità di superficie imponibile producibili nei locali ed aree cui i medesimi sono destinati;

DELIBERA

  1. Di apportare al Regolamento Comunale per l'applicazione della tassa smaltimento rifiuti solidi urbani interni approvato con delibera C.C. n.67 del 30/06/1994 le seguenti modificazioni:

A) L'art. 9 viene sostituito dal seguente:

Classificazioni di olocali ed aree

TABELLA CATEGORIE

Denominazione

Categorie art. 68/e

Attività

Tariffe L/mq

1

Locali ed aree adibiti a musei, archivi, biblioteche, associazioni politiche e religiose, teatri, cinematografi, scuole pubbliche e private, palestre, depositi di stoccaggio di macchine e materiale militare.

A

Teatri e cinematografi

2.020

A/1

Palestre, archivi, associazioni culturali, politiche e religiose. Magazzini non commerciali, autorimesse, autoservizi, autotrasporti, impianti sportivi.

1.890

A/2

Istituti, scuole pubbliche e private, musei e biblioteche

1.450

2

Complessi commerciali all'ingrosso o con superfici espositive nonché aree ricreativo - turistiche quali campeggi, stabilimenti balneari ed analoghi complessi attrezzati

B

Locali commercio ingrosso. Campeggi, stabilimenti balneari, locali esposizione distributori carburanti posteggi ecc

1.930

3

Locali ed aree ed uso abitativo per nuclei familiari, collettività, convivenze, esercizi alberghieri

C

Abitazioni loro pertinenze e accessori.

1.480

C/1

Stazioni e carceri Caserme

1.940

C/2

Cliniche Ospedali pubblici e rivati

1.480

C/3

Alberghi, Residence, Case Vacanze - Agriturismo

2.370

4

Locali adibiti ad attività terziarie e direzionali diverse da quelle (3-5-6). Circoli Ricreativi

D

Studi professionali. Ambulatori Banche, Assicurazioni, Uffici Pubblici, Circoli Sportivi e Ricreativi, Agenzie immobiliari ecc.

2.630

5

Locali ed aree ad uso artigianale o industriale, di commercio al dettaglio i beni non deperibili.

E

Laboratori artigianali ed aree accessorie

1.630

E/1

Laboratori industriali ed aree accessorie

2.260

E/2

Commercio al minuto beni non deperibili (Farmacie Profumerie - Edicole - Commercio Ambulante Settimanale, ecc.)

2.170

6

Locali ed aree adibite a pubblici esercizi di vendita al dettaglio di beni alimentari e merci deperibili

F

Commercio al minuto beni deperibili (Frutta, Fiori, Pesce, Macellerie, Alimentari, Supermercati, Commercio Ambulante Settimanale, ecc).

2.670

F/1

Ristoranti, Pizzerie, Rosticcerie, Bar, Gelaterie, Pasticcerie, Birrerie Paninoteche, Discoteche. ecc

3.150


Ai fini dell'applicazione della tassa e dell'individuazione della categoria e sottocategoria si fa riferimento all'attività complessivamente svolta, non già alle ripartizioni interne del singolo complesso.

b) All'art.5 comma II lettera c viene aggiunto:

Vi rientrano invece i locali riservati agli spettatori e le altre parti destinate alla presenza di persone inserite nei complessi sportivi.

c) Viene aggiunto art.4 Bis

Definizione di locali ed aree tassabili

Si considerano locali tassabili, a tutti gli effetti dell'applicazione della presente tassa, tutti i vani comunque denominati, esistenti in qualsiasi specie di costruzione stabilmente infissa nel suolo, chiusi o chiudibili da ogni lato verso l'esterno, qualunque ne sia la destinazione o l'udo, che possono produrre le tipologie di rifiuti urbani di cui all'art. 3 del presente Regolamento.
Sui considerano aree tassabili quelle adibite a campeggi, a distributori di carburante, a sale da ballo all'aperto e banchi di vendita all'aperto, nonchè a qualsiasi altra area scoperta ad uso privato che, per la loro utilizzazione, possono produrre le tipologie di rifiuti urbani.
Sono tassabili pure tutti quei manufatti "aperti" come tettoie, capannoni ed altri manufatti di facile rimozione.

d) Viene aggiunto all'art.11 comma 3.

La tariffa ordinaria viene ridotta del 50% in favore dei cittadini di età superiore ai 65 anni portatori di handicap ex legge 104/92.

e) Viene aggiunto l'art.19.

Autore: S.E.D. | Pagina modificata: 05.02.2008 08:52 | Pagina creata: 09.01.2008 13:00








� 2008 Comune di Grosseto | credits | Garante della Comunicazione Urbanistica | W3C quality assurance: Valid XHTML 1.0 Strict    CSS Valido!