Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Menu di navigazione della sottosezione

A A A icona accessibilità Access Key icona mappa del sito Mappa del sito icona aiuto Aiuto
 
Menu di navigazione
Sei in: Il Comune » Gli Uffici del Comune » Entrate Patrimonio e Servizi al cittadino ed alle imprese » Servizio Entrate » Tributi » Guida al contribuente

Menu di navigazione della sottosezione


Entrate Patrimonio e Servizi al cittadino ed alle imprese

Contenuto della pagina


Servizio Entrate

Guida al contribuente


  • Chi paga la T.A.R.S.U.
    La tassa è dovuta da tutti coloro che occupano o detengono locali ed aree scoperte a qualsiasi uso adibite. Non ha rilevanza il titolo in base al quale i locali sono occupati o detenuti (proprietà, locazione, comodato gratuito, uso di fatto) e nemmeno l'effettiva produzione di rifiuti o l'effettivo utilizzo del servizio di smaltimento. Infatti la legge presume la produzione di rifiuti nei locali o aree ove si verifica la presenza dell'uomo, mentre l'utilizzo del servizio pubblico di smaltimento è comunque obbligatorio per legge.

  • Come si calcola la T.A.R.S.U.
    La tassa si calcola in base alla tariffa prevista per l'uso a cui sono destinati i locali ed alla superficie complessiva degli stessi. Più precisamente occorre moltiplicare la tariffa prevista per i metri quadrati della superficie tassabile. Tale calcolo è comunque effettuato direttamente dall'ufficio tributi, dato che il pagamento avviene a seguito di emissione di apposita cartella (non è infatti prevista l'autotassazione come per gli altri tributi comunali).

  • Esenzioni
    Non sono soggetti alla tassa i locali e le aree che non possono produrre rifiuti per la loro natura o per il particolare uso cui sono stabilmente destinati, o perché risultino in obiettive condizioni di non utilizzabilità. Per ulteriori specifiche si rinvia agli art. 5 e 10 del Regolamento.

  • Riduzioni
    La tariffa ordinaria viene ridotta nelle seguenti misure:
    a)  Per abitazioni con unico occupante: del 30%
    b)  Per agricoltori che occupano la parte abitativa della costruzione rurale: del 30%
    c)  Per locali non adibiti ad abitazione ed aree scoperte, nell'ipotesi di uso stagionale per un periodo non superiore a sei mesi dell'anno risultante dalla licenza o autorizzazione rilasciata dai competenti organi per l'esercizio dell'attività svolta: del 30%
    d)  Per abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale od altro uso limitato e discontinuo a condizione che tale destinazione sia specificata nella denuncia originaria o di variazione indicando l'abitazione di residenza e l'abitazione principale e dichiarando espressamente di non voler cedere l'alloggio in locazione o comodato, salvo accertamento da parte del Comune: del 30%
    e)  Per utenti che, versando nelle circostanze di cui alla lettera d) risiedano o abbiano la dimora, per più di sei mesi all'anno, in località fuori del territorio nazionale: del 30%
    f)  Per i cittadini di età superiore ai 65 anni portatori di handicap ex Legge n.104/92: del 50%.

Modulistica

Clicca qui

Autore: S.E.D. | Pagina modificata: 04.04.2008 10:00 | Pagina creata: 09.01.2008 14:05








� 2008 Comune di Grosseto | credits | Garante della Comunicazione Urbanistica | W3C quality assurance: Valid XHTML 1.0 Strict    CSS Valido!