Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Menu di navigazione della sottosezione

A A A icona accessibilità Access Key icona mappa del sito Mappa del sito icona aiuto Aiuto
 
Menu di navigazione
Sei in: Notizie » Dettaglio notizia

Menu di navigazione della sottosezione


Notizie

Contenuto della pagina


Le notizie del Comune di Grosseto
Lunedì, 04/12/17 10:39

Una donna, una maestra, una volontaria


 

Intitolata la via a Lia Benesperi


Sotto la sua direzione nell'istituto continuarono ad essere attivi sia il doposcuola con mensa, sia la scuola di lavoro che l’asilo infantile. In quegli anni Lia Benesperi fece anche ristrutturare gli alloggi delle suore, tutti i mobili e rese autonomo l'istituto San Lorenzo, guidandolo verso la definitiva ristrutturazione: un pezzo di storia salvato e restituito alla città.

 

 

Lia Benesperi aveva la chiave giusta per risolvere i problemi: era irreprensibile e limpida, molto esigente nei confronti dei familiari e dei collaboratori, che talvolta faticavano a seguirla in questo zelo di perfezione. Ma la sua disponibilità e semplicità le consentivano di avvicinare chiunque. A tutti faceva sentire il suo calore, anche attraverso biglietti affettuosi che sono, ancora oggi, tangibile testimonianza del suo amore per il prossimo.

 

 

Mi piace ricordare un modo di fare particolare che Lia Benesperi aveva: quando si avvicinava a una persona che ancora non conosceva si rivolgeva al suo angelo custode e chiedeva lui di parlare con l'angelo custode di chi aveva davanti. Questo per fare in modo che il rapporto iniziasse e proseguisse nel migliore dei modi.

 

 

Il messaggio che vogliamo comunicare è chiaro: le strade di Grosseto assumono oggi una nuova funzione, quella di ricordare i grandi nomi che – anche con piccoli ma significativi gesti - hanno fatto la storia della nostra città. In questo caso una donna, una maestra, una volontaria.

 

 

Abbiamo ascoltato le proposte dei grossetani: Lia Benesperi è una figura che è rimasta nel cuore di tanti concittadini, non solo per ciò che ha fatto ma anche per le sue capacità e per il suo temperamento e la determinazione. Così il Centro italiano femminile si è fatto promotore di questa intitolazione, subito accolta dal Comune.

 

 

Ringrazio quindi il Cif, con la presidente Maria Smecca Rizzo Pinna, e il mio assessore alla Toponomastica Giacomo Cerboni. Ma anche tutti i presenti a partire dai familiari, dagli amici e i conoscenti.

 

 

Passato e presente oggi si incontrano qui: in via Benesperi.









� 2008 Comune di Grosseto | credits | Garante della Comunicazione Urbanistica | W3C quality assurance: Valid XHTML 1.0 Strict    CSS Valido!