Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Menu di navigazione della sottosezione

A A A icona accessibilità Access Key icona mappa del sito Mappa del sito icona aiuto Aiuto
 
Menu di navigazione
Sei in: Il Cittadino » Vivere l'ambiente » Inquinamento dell'aria » Censimento caldaie

Menu di navigazione della sottosezione


Inquinamento dell'aria

Contenuto della pagina


Vivere l'ambiente

Censimento caldaie


Informazioni

Responsabilità della conduzione di un impianto termico

Per gli impianti di riscaldamento individualie (con potenza inferiore a 35 kW) la legge individua nell'occupante l'alloggio (anche se diverso da proprietario) il responsabile dell'impianto stesso il quale deve provvedere, mediante personale abilitato, alle necessarie manutenzioni periodiche.

Sono altresì a carico dell'occupatore dell'immobile eventuali danni causati da cattiva manutenzione dell'impianto nonchè le sanzioni sanzioni previste dalla legge.

Il responsabile deve provvedere entro l'anno 2008 a presentare presso l'Ufficio Ambiente Via Roma, 3  o Via D. Chiesa, 4 (ascensore sul retro di Via D. Chiesa) l'autodichiarazione di avvenuta manutenzione su apposito modello disponibile presso l'ufficio allegando la ricevuta di versamento di 7 euro e  il rapporto tecnico di manutenzione redatto da un tecnico abilitato ( allegato G) .

Quando la dichiarazione non viene presentata direttamente deve essere allegata la copia di un documentio  di riconoscimento.

 

 

Vantaggi di una corretta manutenzione:

 

Garantisci sicurezza alla tua casa

Un impianto controllato periodicamente è sicuro Le verifiche periodiche dell'impianto non possono essere affidate a personale non idoneo ma devono essere eseguite da parte di personale abilitato e specializzato in grado di effettuare il corretto controllo ottimizzarne il funzionamento per ridurre al minimo la possibilità di incidenti in ambito domestico.

 

Meno sprechi meno spendi

Una caldaia non in perfetta efficienza spreca inutilmente carburante perchè non riesce a traformarlo completamente in energia termica. La verifica periodicha consente l'ottimizzazione di tutti i parametri ed il controllo di efficienza dei componenti al fine di conseguire migliori prestazioni e minori consumi con risparmi economici tangibili.

 

 

Aiutiamo l'ambiente.

La maggiore fonte di inquinamento atmosferico per una caldaia è l'immissione nell'atmosfera di sostanze nocive per l'ambiente principalmente anidride carbonica responsabile del famoso effetto serra. La migliore combinazione degli elementi della conbustione determina un minor consumo di carburante e una minore emissione nell'atmosfera dei fumi di scarico

 

 

Attraverso un piccolo contributo

Il comune , come la provincia che effettua blo stesso servizio per i comuni sotto i

 

Regole da seguire per una corretta conduzione e utilizzazione dell'impianto

Il periodo durante il quale per l'anno 2008 è consentito tenete in funzione l'impianto di riscaldamento sulla base  dell' ordinanza sindacale che dipende dall'andamento stagionale

E' necessario mantenere una temperatura media degli ambienti non superiore a 20° C (con una tolleranza di 2° C)

 

E' utile far controllare annualmente tutto l'impianto, non soltanto la caldaia. L'addetto alla munutenzione, al termine del controllo, deve consegnare al responsabile dell'impianto copia della "Dichiarazione attestante il controllo tecnico dell'impianto", "allegato G", debitamente compilata e sottoscritta, che deve essere firmata per presa visione tale controllo e comunque obbligatorio ogni due anni.

 

Rivolgersi sempre ad una ditta abilitata ai sensi della legge n. 46 del 1990 per tutte le operazioni di controllo e manutenzione da scegliere dalgli elenchi disponibili presso le associazioni di categoria le Camere di commercio e il sito del comune all'indirizzo ________________, stando attenti ad eventali falsi controllori

Occorre infine conservare tutta la documentazione relativa all'impianto ed in particolare

  • Il libretto di impianto

  • La "Dichiarazione di conformità", per impianti costruiti dopo il 13.03.90 oppure il documento equivalente, per impianti costruiti prima di tale data

  • Le copie delle dichiarazioni attestanti il controllo tecnico dell'impianto, che ti vengono consegnate a seguito dei controlli e della manutenzione annuale.

Modulistica

  • Modello di dichiarazione e bollettino di versamento, disponibili anche presso l'ufficio ambiente         Modello di dichiarazione
  • Modello per il rapporto tecnico di manutenzione (allegato G) in possesso dei singoli tecnici abilitati.

Normativa/e di riferimento

  • Il 4 gennaio 2003 è stata pubblicata la direttiva Europea 2002/91/CE relativa al rendimento energetico nell'edilizia
  • D.P.R. 26-8-1993 n. 412  (Regolamento recante norme per la progettazione, l'installazione, l'esercizio e la manutenzione degli impianti termici degli edifici ai fini del contenimento dei consumi di energia, in attuazione dell'art. 4, comma 4, della L. 9 gennaio 1991, n. 10. - Pubblicato nella Gazz. Uff. 14 ottobre 1993, n. 242, S.O.).
  • D.P.R. 21-12-1999 n. 551 (Regolamento recante modifiche al D.P.R. 26 agosto 1993, n. 412, in materia di progettazione, installazione, esercizio e manutenzione degli impianti termici degli edifici, ai fini del contenimento dei consumi di energia - Pubblicato nella Gazz. Uff. 6 aprile 2000, n. 81).
  • D.P.C.M. 8-3-2002 (Disciplina delle caratteristiche merceologiche dei combustibili aventi rilevanza ai fini dell'inquinamento atmosferico, nonché delle caratteristiche tecnologiche degli impianti di combustione. - Pubblicato nella Gazz. Uff. 12 marzo 2002, n. 60 e ripubblicato, dopo la registrazione alla Corte dei conti, nella Gazz. Uff. 3 luglio 2002, n. 154).
  • D.Lgs. 19-8-2005 n. 192 (Attuazione della direttiva 2002/91/CE relativa al rendimento energetico nell'edilizia. Pubblicato nella Gazz. Uff. 23 settembre 2005, n. 222 S.O.).
  • D.Lgs. 29-12-2006 n. 311 Disposizioni correttive ed integrative al D.Lgs. 19 agosto 2005, n. 192, recante attuazione della direttiva 2002/91/CE, relativa al rendimento energetico nell'edilizia. Pubblicato nella Gazz. Uff. 1 febbraio 2007, n. 26, S.O.

Contatti interni

Contatti ad enti/uffici esterni

SISTEMA srl  via Pisacane, 15 - 58100 Grosseto tel. 0564 28643 – fax 0564 28643

Link utili

  • Ufficio Ambiente
Pubblicata da: S.E.D. | Pagina modificata: 23.01.2014 10:04 | Pagina creata: 20.05.2008 09:49








� 2008 Comune di Grosseto | credits | Garante della Comunicazione Urbanistica | W3C quality assurance: Valid XHTML 1.0 Strict    CSS Valido!