Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Menu di navigazione della sottosezione

A A A icona accessibilità Access Key icona mappa del sito Mappa del sito icona aiuto Aiuto
 
Menu di navigazione
Sei in: Il Comune » Gli Uffici del Comune » Entrate Patrimonio e Servizi al cittadino ed alle imprese » Servizio Attività produttive » Sportello Unico Attività Produttive » Delibera Consiglio Regionale

Menu di navigazione della sottosezione


Entrate Patrimonio e Servizi al cittadino ed alle imprese

Contenuto della pagina


Servizio Attività produttive

Delibera Consiglio Regionale


Risultati Ricerca
Regione Toscana
"Bollettino ufficiale della Regione Toscana-Risultato ricerca"

Consiglio Regionale - Deliberazioni n 000248 del 21/09/1999 (Boll. n 42 del 20/10/1999, parte Seconda , SEZIONE I )

CONSIGLIO REGIONALE

DPR 447/98 - Sportello Unico AAPP - Definizione criteri per l’individuazione degli impianti a struttura semplice.

Il Presidente mette in approvazione la seguente proposta di deliberazione:

IL CONSIGLIO REGIONALE

Visto il decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112 relativo a "Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle Regioni ed agli enti locali, in attuazione del capo I della legge 15 marzo 1997, n. 59" ed in particolare il capo IV del Titolo II "Conferimenti ai comuni e sportello unico per le attività produttive";

Visto il DPR 20 ottobre 1998, n. 447 relativo a "Regolamento recante norme di semplificazione dei procedimenti di autorizzazione per la realizzazione, l’ampliamento, la ristrutturazione e la riconversione di impianti produttivi, per l’esecuzione di opere interne ai fabbricati, nonche’ per la determinazione delle aree destinate agli insediamenti produttivi, a norma dell’articolo 20, comma 8, della L. 15 marzo 1997, n. 529";

Considerato che al comma 6 dell’articolo 6 del suddetto DPR 447/98 si determina che la Regione stabilisce i criteri per l’individuazione degli "impianti a struttura semplice" per i quali è previsto che nel corso del procedimento mediante autocertificazione la realizzazione del progetto si intende autorizzata se lo sportello unico, entro 60 giorni dal ricevimento della domanda, non comunica il proprio motivato dissenso ovvero non convoca l’impresa per l’audizione, fatta salva la necessita’ dell’acquisizione della concessione edilizia;

Considerato che, ai sensi dell’art. 27 del decreto legislativo 112/98, sono esclusi dal procedimento mediante autocertificazione:

  • impianti in cui siano utilizzati materiali nucleari
    impianti di produzione di materiale di armamento depositi costieri
  • impianti di produzione, raffinazione, stoccaggio di oli minerali
  • impianti di deposito temporaneo, smaltimento, recupero e riciclaggio di rifiuti;

Considerato che, ai sensi dell’articolo 4 del DPR 447/98, sono escluse dal procedimento mediante autocertificazione:

  • progetti di opere da sottoporre a valutazione di impatto ambientale (VIA)
  • impianti da sottoporre al controllo sui pericoli di incidente rilevante
  • impianti da sottoporre alla disciplina della prevenzione e riduzione integrata dell’inquinamento (IPPC);

Ritenuto che nella fase di avvio delle attività dello sportello unico sia necessario prevedere un periodo di messa a regime dei necessari interventi di riorganizzazione delle strutture delle amministrazioni comunali e dei relativi rapporti con gli Enti e organismi esterni coinvolti nell’unificazione del procedimento;

DELIBERA

  • 1. a partire dal 1 gennaio 2000, ai sensi del comma 6 dell’art. 6 del DPR 447/98, sono considerati "impianti a struttura semplice" gli impianti produttivi di beni e di servizi per i quali è ammesso il procedimento mediante autocertificazione nei seguenti casi:
    • a) per la cessazione e riattivazione degli impianti produttivi di beni e di servizi
    • b) per la realizzazione, ristrutturazione, riconversione e ampliamento di impianti produttivi di beni e di servizi quando non e’ necessario acquisire specifica autorizzazione in relazione a vincoli paesistici, storico-artistici, archeologici e idrogeologici.
  • 2. il presente provvedimento, soggetto a pubblicità ai sensi dell’art. 41, comma 1, lett. b) della LR 9/95, e’ pubblicato per intero sul BURT ai sensi dell’art. 3 comma 1 della LR 15 marzo 1996 n. 18.

IL CONSIGLIO APPROVA

Con la maggioranza prevista dall’art. 15 dello Statuto.

Il Presidente
Angelo Passaleva

Il Segretario
Giuseppe Del Carlo

Materia:Sviluppo economico

torna
Autore: Elisa Ginanneschi | Pagina modificata: 21.03.2008 17:33 | Pagina creata: 21.03.2008 17:29








� 2008 Comune di Grosseto | credits | Garante della Comunicazione Urbanistica | W3C quality assurance: Valid XHTML 1.0 Strict    CSS Valido!