Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Menu di navigazione della sottosezione

A A A icona accessibilità Access Key icona mappa del sito Mappa del sito icona aiuto Aiuto
 
Menu di navigazione
Sei in: Il Cittadino » Vivere il tempo libero e la cultura » Chiese, edifici storici, monumenti » Le chiese monumentali

Menu di navigazione della sottosezione


Chiese, edifici storici, monumenti

Contenuto della pagina


Vivere il tempo libero e la cultura

Chiese Monumentali


Informazioni

  • La Chiesa di San Pietro

Questa piccola chiesa romanica, citata in un documento del 1188, si affaccia sul Corso Carducci, da sempre asse principale cittadino. Nel 2005 è stata oggetto di restauri e di indagini archeologiche che hanno portato alla scoperta di una precedente chiesa più piccola e di orientamento leggermente divergente, databile nel corso del IX secolo. Si tratta quindi allo stato attuale delle conoscenze della chiesa più antica della città e di uno dei primi edifici in muratura della Grosseto altomedievale.
In facciata sono inserite alcune formelle con elementi decorativi tardo-romanici. Sul retro, in un varco fra le costruzioni contemporanee che le si addossano, è visibile l'abside con archetti pensili e lesene verticali riconducibili ad influenze lombarde. All'interno si conserva un'epigrafe gotica del 1235 che cita un conte Ildebrandino Aldobrandeschi. In occasione della riapertura al pubblico e al culto dopo i restauri vi è stato collocato un crocefisso ligneo (XVII sec.) proveniente dalla chiesa di Grancia.

  • Il Convento delle Clarisse, la Chiesa dei Bigi e la Chiesa di San Francesco.

La piccola Chiesa dei Bigi, in origine dedicata ai Santi Lodovico e Gherardo, ha preso l’attuale denominazione dal colore dell’abito di una confraternita. La chiesa faceva parte del convento delle Clarisse, costruito alla fine del '500 dopo che un convento più antico era stato distrutto dalla costruzione delle mura medicee. Il convento si estendeva intorno a un chiostro, lungo Via Vinzaglio e su parte della retrostante Piazza Indipendenza, su cui si affacciava anche il vecchio ospedale. Il pozzo (1465) con l'insegna dell'Ospedale di Santa Maria della Scala di Siena ad una estremità della piazza faceva probabilmente parte di quest'ultimo complesso.
La piccola chiesa e il convento sono stati di recente restaurati. La chiesa ospita conferenze e mostre, mentre il convento delle Clarisse è una delle sedi del Polo Universitario Grossetano.
Nella vicina Piazza San Francesco è la chiesa omonima di impianto trecentesco, ad aula con abside rettangolare. La cappella sul lato verso Piazza Indipendenza - un'aggiunta del 1639 – conserva affreschi dei Nasini, realizzati fra il 1651 e il 1683; il campanile è del 1927. All'interno è un crocifisso di scuola duccesca (fine XIII secolo) e un affresco che rappresenta un gigantesco San Cristoforo (XIV secolo). Accanto alla chiesa è il chiostro, ricostruito nel ‘900, con il pozzo centrale del 1590.

Volendo approfondire:

Modulistica

***

Normativa/e di riferimento

***

Contatti interni

***

Contatti ad enti/uffici esterni

***

Link utili

Per approfondire:

  • Direzione Servizi Culturali ed Università
Pubblicata da: Luca Seravalle | Pagina modificata: 08.07.2008 16:08 | Pagina creata: 11.06.2008 12:28








� 2008 Comune di Grosseto | credits | Garante della Comunicazione Urbanistica | W3C quality assurance: Valid XHTML 1.0 Strict    CSS Valido!